Da un’isola

Ogni madre è una silloge di racconti. Esattamente 13. Quando feci la Cresima mi regalarono un 13 in oro, ciondolino. Credo d’averlo perduto nel disordine, però sono certa che in qualche luogo della casa c’è. Da bambina lo portavo appeso alla catenina, in compagnia di una medaglietta con volto di madonnina. Si faceva così, una volta: il divino e la fortuna ad assistere un collo. Di bambina. Da grandi in molti ne eliminano uno. Io entrambi. Mi piace sapere che la vena del collo batte senza protezioni. I personaggi che si incontrano in Ogni madre sono molti. Ci sono minatori, pescatori, braccianti, serve, pastori, fichi, treni fantasma, cappotti, sofferenze di gatte, scarpe. Scarpe d’uomo vuote. L’assenza è la colonna sonora della raccolta. Questo è il mio solo indizio.

 

S.D.M.

 

Ogni madre di Savina Dolores Massa (edizioni Il Maestrale 2012)

foto di copertina, Ico Gasparri

 

Lascia un Commento